USMIA Solleva una Critica sul Trattamento Fiscale dell’Istituto del “Trascinamento”

A seguito della risposta pervenuta ad un nostro quesito fatto al Centro Unico Stipendiale Interforze in merito alla tassazione dell’indennità operativa di base comprensiva delle maggiorazioni a titolo di trascinamento, con particolare riferimento a quelle indennità (es. di aeronavigazione) che danno diritto, ex art. 51 co 6 D.P.R. n. 917 del 22/12/1986, ad una tassazione pari al 50% dell’indennità in parola.

Come noto, l’istituto della maggiorazione delle indennità operative, noto anche come “trascinamento”, ha lo scopo di essere uno strumento perequativo per il personale che ha svolto particolari servizi come il pilota o il paracadutista, intervenendo sul decremento economico che si avrebbe passando da una condizione all’altra. Nonostante 20 anni di attività, non dovrebbe esserci alcun decremento economico.

Tuttavia, un’analisi delle normative vigenti sia nelle singole Forze Armate che nelle Forze di Polizia evidenzia una disparità nel trattamento fiscale applicato a tale istituto. Mentre l’Esercito, la Marina, l’Aeronautica e i Carabinieri adottano un prelievo fiscale del 100%, in altri contesti statali è del 50%, creando una disparità di trattamento per il personale in servizio.

USMIA sottolinea che l’istituto del trascinamento è stato introdotto per attribuire merito a chi svolge particolari servizi come l’attività di volo o paracadutismo. Pertanto, è evidente che non può essere compromesso da una tassazione che comprima tale beneficio, anche solo in parte.

In questa prospettiva, USMIA ha incaricato uno studio legale di condurre un’analisi e proporre un Ricorso Amministrativo al fine di riconoscere un prelievo fiscale al 50% sul trascinamento della aeronavigazione, in linea con quanto applicato da altre Forze di Polizia, conformemente al dettato normativo ex art. 51 comma 6 del D.P.R. 22/12/1986 n. 917.

USMIA sta verificando anche tutte le altre indennità defiscalizzate trascinabili.

USMIA invita le autorità competenti a riflettere su questa disparità e ad agire per garantire un trattamento fiscale equo e uniforme per tutto il personale in servizio.

Per coloro che sono interessati a un eventuale ricorso, possono scrivere a info@usmia.it

Roma 14 febbraio 2024

La Segreteria Generale

Torna in alto