USMIA Esercito: I congedi parentali per allattamento – la sentenza rivoluzionaria.

Il 28 dicembre 2022, con la sentenza n. 17 il Consiglio di Stato ha stabilito che i riposi giornalieri “per allattamento” – previsti dal D. Lgs. 151/2001 – spettano anche al padre lavoratore dipendente, ancorché la consorte, madre del bambino, sia casalinga.

L’adunanza plenaria della Suprema Corte, nell’affermare che l’articolo 40, comma 1, lett. c), del suddetto Decreto Legislativo si riferisce a qualsiasi categoria di lavoratrici non dipendenti, e quindi anche alla donna che svolge attività lavorativa in ambito familiare (la madre, dunque, non deve necessariamente essere una lavoratrice dipendente), ha evidenziato come l’articolo 30 della Costituzione preveda il diritto/dovere di entrambi i genitori di “mantenere, istruire ed educare i figli”, sottolineando come la titolarità dei singoli diritti (compreso dunque quello al riposo) non possa che essere riconosciuta allo stesso modo ad entrambi i genitori.

Ringraziamo per l’iniziativa che ha avuto il Primo Reparto dello Stato Maggiore dell’Esercito che in data 27 marzo u.s., prendendo atto del nuovo orientamento giurisprudenziale ed in attesa dell’emanazione da parte della Direzione Generale per il Personale Militare di specifiche linee guida, ha invitato “gli organismi dipendenti a valutare la concessione del predetto istituto” a favore dei padri lavoratori, rimaniamo in attesa che anche le altre FF.AA.

Al fine di evitare interpretazioni difformi da parte dei Comandi ed Enti, si ritiene che debba essere precisato che l’attività di valutazione richiesta agli organismi dipendenti, debba essere limitata all’accertamento dei requisiti escludendo dunque ogni potere discrezionale che possa essere inteso come facoltà a concedere o meno il permesso orario in questione ai richiedenti.

In tale quadro, l’Unione Sindacale Militare Interforze Associati “USMIA”, auspica che la Direzione Generale per il Personale Militare predisponga in tempi brevi dell’emanazione di una specifica circolare applicativa al fine di disciplinare in maniera uniforme la procedura.

Roma 4 aprile 2023

LA SEGRETERIA GENERALE ESERCITO

Torna in alto