USMIA: Contributo di solidarietà per il nostro collega Giancarlo.

Contributo di solidarietà per il nostro collega Giancarlo.

Ho conosciuto personalmente Giancarlo, un padre e un soldato forte nell’animo, coraggioso, determinato, sereno ma purtroppo indebolito nel fisico a causa di una grave malattia che lo ha colpito da circa due anni.

Ci ha raccontato con grande dignità delle sue preoccupazioni per il suo stato di salute, ma abbiamo chiaramente percepito anche la sua voglia di “combattere” per poter continuare a rimanere al fianco della propria amata famiglia.

Si è recentemente aperto uno spiraglio, la possibilità di ricorrere a una cura innovativa, presso strutture sanitarie all’estero, particolarmente costosa e non garantita dal Servizio sanitario nazionale. 

Laddove lo Stato o l’Amministrazione non possono intervenire possiamo farlo certamente noi. Un piccolo gesto di vicinanza e di solidarietà come si conviene nella grande famiglia dei militari. Si tratta di una delle finalità della nostra stessa Associazione che intendiamo rappresentare a tutti i nostri colleghi.

Coloro che volessero contribuire, potranno farlo aderendo alla richiesta di aiuto dell’interessato e collegandosi al link https://gofund.me/509d65b3

Oppure tramite IBAN IT93C0347501605000318148939 Intestato a Giancarlo PETRONIO

Abbracciamo idealmente Giancarlo che continuando a lottare con la tenacia e la determinazione che lo contraddistinguono riuscirà certamente a superare questo difficile momento.  

 Roma, 21 aprile 2022

 IL SEGRETARIO GENERALE

Di seguito le sue parole:

Ciao, mi chiamo Giancarlo sono Militare presso il Centro Addestramento Paracadutismo della “Folgore”, ho 43 anni ho una moglie e due figli (uno di 7 e l’altro di 9 anni) e voglio condividere con tutti voi la storia della malattia che mi ha colpito nel marzo 2020 in piena pandemia!

Di ritorno da un’attività ricreativa con i miei due bambini, a causa di perdite d’equilibrio improvvise con conseguenti cadute a terra, vengo trasportato tramite ambulanza al P.S di cisanello in Pisa, dove a seguito di esame TAC ove evidenziava 3 e più lesioni celebrali (dall’esame ISTOLOGICO) è emerso che sono affetto da: Linfoma non-Hodgkin isotipo diffuso a grandi cellule B primitivo del sistema nervoso centrale, causandomi una rapida paralizzazione del mio lato sinistro (mano braccio spalla, gamba,ginocchio, piede e dita questi ultimi erano immobili), la malattia in Italia (secondo i medici di Pisa) viene classificata come inestinguibile.

Mentre i medici mi parlavano io non facevo altro che pensare alla mia famiglia, ai miei 2 piccoli e alle cose che non avrei potuto fare durante la loro crescita ( passi fondamentali durante il loro sviluppo che un padre tramanda ai propri figli ) ero depresso e arrabbiato allo stesso tempo.

Eseguo dei cicli di Chemioterapia (con non poche sofferenze e post) e dopo i trattamenti di Radioterapia fatti a Pisa nel 2020, attualmente faccio cicli di chemioterapia di supporto (TEMOZOLOMIDE) per 5gg ogni 3 settimane di stop (terapia che mi ha dato qualche problemino nei primi cicli) e R/M ogni 3 mesi nella speranza che la malattia non riprenda attività ( specie nel 1° e 2° anno può essere fatale, MATTIA RECIDIVA CHE SI RIPRESENTA NEL 50% DEI PAZIENTI , 1 su 2 ritorna ), e purtroppo non esistono farmaci che riescano a superare le barriere difensive del sistema nervoso centrale. Attualmente (dopo mesi di ricerche) ho scoperto che esistono delle terapie alternative chiamate IMMUNOTERAPIE che praticano solo in forma privata negli Stati Uniti (Memorial Sloan Kettering Cancer Center) cure molto costose. Anche in Europa ci sono cliniche ove praticano queste cure , ho già fatto dei colloqui in video conferenza con il personale medico e il costo per le terapie di cui necessito è di € 39,700 per la Immune Memory Transmitters + personalized supplements, più € 6.420 per Nanothermia 12 sessions plus consultation, le quali verrebbero svolte in parte a domicilio e in parte presso la clinica situata in Spagna, inoltre dovrò affrontare le spese di permanenza, dei viaggi, di vitto e alloggio che si aggirano sui € 6.000!

Secondo i medici di IMMUCURA (Barbara Fleiss, Health Coordinator) queste terapie darebbero un enorme vantaggio nel migliorare oltre che allungare le prospettive di vita e avere alte probabilità di estinguere la malattia in modo definitivo.

Certo Sarebbe un sogno per me e la mia famiglia realizzare questo miracolo.

Miracolo il quale solo con il vostro aiuto (cari lettori) potrei beneficiare!

Bisogna agire quanto prima per donarmi la possibilità di eseguire queste terapie!

La voglia di vivere (come desiderano tutti quelli come noi) è immensa, io cerco di passare con la mia famiglia più tempo possibile, dedicandomi ad attività di escursionismo, pedalate in mezzo alla natura e allenamenti insieme a loro! Si, queste malattie devastanti per tutti noi (che siamo delle Rocce e combattiamo queste battaglie, con consapevolezza, e teniamo duro ogni giorno di vita per vincere questa guerra) è una cosa che non si accetta e non ci si rassegna!

Spero di conquistare un piccolo posto nei vostri cuori e di ricambiare amore, offrendo il mio cuore a tutti coloro che sosterranno la mia lotta contro il cancro!

Torna in alto