USMIA CARABINIERI RINGRAZIA I CITTADINI PER IL SOSTEGNO E LA VICINANZA: L’ARMA MODENESE È UN’ISTITUZIONE SANA

L’Arma non è il “singolo”, ma 110.000 donne e uomini in divisa, che ogni giorno rischiano la vita per garantire sicurezza

 

Modena. La Segreteria nazionale dell’Associazione Professionale a carattere sindacale Usmia Carabinieri esprime profonda gratitudine ai tanti cittadini che, questo pomeriggio in via Pico della Mirandola a Modena, hanno partecipato al SIT-IN di solidarietà in favore dei Carabinieri di Modena. Un movimento cittadino spontaneo, nato a seguito del tritacarne mediatico che ha enfatizzato una vicenda non certamente imputabile alle centinaia di Carabinieri modenesi che, nel silenzio e con professionalità, operano in maniera diuturna per garantire la sicurezza della popolazione. Tuttavia – sottolinea il segretario Nazionale Alfonso Montalbano – , dissociandoci da ogni forma di violenza fisica e/o psicologica compiuta illegittimamente dalle Forze dell’Ordine, ribadiamo che le azioni riprodotte nei video – in questi giorni diffusi con frenesia sulla rete dei social media – debbono essere rigorosamente vagliate e giudicate soltanto da chi è designato a esercitare il potere Giudiziario, anche nel rispetto degli indagati e del principio giuridico della presunzione di innocenza. Non bisogna dimenticare che l’Arma conta circa centodiecimila uomini e donne, di cui più di ottantamila impiegati in servizi operativi. Carabinieri chiamati ad affrontare quotidianamente vere e proprie guerriglie urbane, nonché situazioni di grande pericolo e forte esasperazione; condizioni che aumentano in modo esponenziale lo stress e la tensione che, di conseguenza, possono anche determinare comportamenti istintivi, non sempre in linea con i regolamenti. Riponendo la massima fiducia nei riguardi della Magistratura e in attesa che la Legge faccia il suo corso, chiediamo alle Autorità politiche di riferimento un confronto urgente sui temi della sicurezza pubblica e della tutela del personale. Montalbano conclude: “Nonostante le critiche che spesso tentano strumentalmente di screditare l’immagine delle Istituzioni, generalizzando eventi circoscritti e sporadici, l’Arma sa di poter contare sul costante sostegno dei cittadini per bene che, oggi e nelle scorse settimane, hanno dimostrato incondizionata stima e forte vicinanza verso la nostra Benemerita. Grazie!!!”

Modena, 24/3/2024

IL SEGRETARIO NAZIONALE

Alfonso Montalbano

Torna in alto