USMIA Carabinieri: Per Non Dimenticare

32 Anni Fa Morirono degli Eroi

Oggi ricorre il 32° anniversario di uno degli episodi più tragici e significativi della lotta contro la mafia in Italia.

Il 23 maggio 1992, a Capaci, in un vile attentato mafioso, persero la vita il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre coraggiosi agenti della scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Questi uomini e questa donna sono diventati simboli di giustizia, sacrificio e dedizione alla lotta contro la criminalità organizzata. Giovanni Falcone, con il suo impegno e la sua determinazione, aveva inflitto duri colpi alla mafia, dimostrando che anche il più potente dei sistemi criminali può essere scardinato. Al suo fianco, Francesca Morvillo, magistrato anch’essa, condivideva gli stessi ideali e lo stesso coraggio. Gli agenti Schifani, Dicillo e Montinaro, con il loro impegno quotidiano, rappresentavano l’ultimo baluardo di difesa contro la violenza mafiosa.

USMIA Carabinieri si unisce al ricordo collettivo di questa dolorosa pagina della nostra storia, rinnovando il proprio impegno nella lotta contro la criminalità organizzata e nella difesa dei valori di legalità e giustizia per cui Falcone, Morvillo, Schifani, Dicillo e Montinaro hanno sacrificato la loro vita.

Roma, 23 maggio 2024

Torna in alto