USMIA: Un altro gesto estremo lacera le anime ed i cuori degli uomini in divisa.

Soggiogato dal male di vivere un nostro Fratello ha compiuto l’estremo gesto. Sgomento e dolore fra i colleghi e quanti lo conoscevano, il Luogotenente Conigliaro era amato e stimato da tutti e niente lasciava trasparire il dolore che lo logorava da dentro. Usmia si stringe con commozione alla famiglia del nostro collega ed all’equipaggio di Nave Dattilo.
Purtroppo il numero delle vittime della depressione latente cresce costantemente tra le fila degli uomini in divisa. Un tale dramma, frutto di più fattori emotivi scatenanti, ulteriormente implementati dal logorio dell’attività di servizio, potrebbe essere evitato con un’adeguata condivisione emotiva e a attività specifiche di prevenzione. Maggiori attenzioni alla salute psicologica del personale potrebbe attenuare efficacemente il fenomeno. Usmia invita gli associati che dovessero trovarsi in momentanea difficoltà a rivolgersi al nostro sportello di aiuto psicologico in assoluta tranquillità, sicurezza e riservatezza. Tutti uniti possiamo affrontare e sconfiggere i momenti di buio

Roma 12 Agosto 2023

Torna in alto