Dal seminario sul codice rosso due proposte: necessità di istituire un osservatorio interistituzionale permanente e un comparto di specialità per le forze di Polizia.

Un successo straordinario per il seminario formativo interforze organizzato da Siulp e Usmia, ma soprattutto due proposte da mettere a sistema con l’attuale impianto normativo del codice rosso, indispensabili per cercare di contrastare il fenomeno: l’istituzione di un osservatorio interistituzionale e di un comparto di specialità nelle forze di polizia.

L’evento, organizzato congiuntamente dalla Segreteria Provinciale Siulp di Modena e dalla Segreteria USMIA Carabinieri dell’Emilia Romagna, si è svolto lunedì 20 settembre 2021 presso la “Casa delle Donne” in una sala piena e con più di mille collegamenti nelle varie piattaforme on line.
Dopo i saluti istituzionali del Sig. Questore di Modena Maurizio Agricola, con la presenza del Comandante Provinciale dell’arma dei Carabinieri di Modena Col. Caterino Antonio, e l’intervento del Vice Sindaco di Modena con delega alla sicurezza Giampietro Cavazza ,della Presidente della Casa delle donne di Modena Avv. Zanolini, hanno preso la parola gli straordinari relatori, Avv. Cosimo Zaccaria, Dott. Marco Imperato, Sost. Procuratore presso la Procura della Repubblica di Bologna, On.le Stefania Ascari, relatrice della Legge 69/2019 “Codice Rosso”, Dott. Mario Paternoster, dirigente della Squadra Mobile della Questura di Modena, Col. Domenico Cristaldi, responsabile Sezione p.g. Carabinieri della Procura di Bologna;
Moderatore dell’evento:
Alfonso Montalbano, esperto della materia e Segretario Usmia, che dichiara: “Quanto emerso durante la sessione di confronto giuridico fra i relatori intervenuti ha registrato un importante risultato: una idea dinamica di osservatorio permanente, come lanciato dall’Avv. Zaccaria. Non più solo un dialogo al presente su temi fondamentali quali il codice rosso, quindi, ma anche una intesa rivolta al futuro per osservare, proporre, prevenire i reati di genere.
Il tutto mediante un confronto costruttivo e concreto fra interlocutori provenienti dalle varie aree di competenza del settore: legislativo, giudiziario, legale, sociale.
Un convegno vivo, che ha consentito la nascita di idee e proposte e, soprattutto,una decisiva sinergia fra le due più importanti forze dell’ordine sul territorio: Carabinieri e Polizia.
Ci auguriamo altresì che il Legislatore presente prenda spunto della proposta di Istituire una specialità (come NOE, NIL, POLSTRADA) nelle Forze di Polizia a competenza generale, formata da personale specializzato che tratti quotidianamente il fenomeno della violenza di genere.
Il segretario del Siulp Roberto Butelli dichiara: “Siamo orgogliosi di un evento unico come questo, organizzato in un luogo fortemente simbolico come La Casa delle Donne: la drammatica realtà quotidiana dimostra che momenti di incontro propositivi, sono fortemente necessari per impedire che l’emergenza quotidiana diventi la normalità.
La legge sul Codice Rosso è migliorabile, ma ricordiamo che non è ancora completamente attuata laddove il legislatore ha previsto specifici percorsi formativi per le Forze dell’Ordine dei quali, dopo due anni dall’entrata in vigore, siamo ancora in attesa.
Ci batteremo ancora e ancora per intervenire drasticamente sul problema della violenza di genere, anche poiché da operatori possiamo testimoniare che è molto più ampio di quello che arriva all’attenzione della cronaca.”

Si ringraziano i relatori, le Autorità Civili e Militari intervenute ma, soprattutto, i tantissimi colleghi che hanno dedicato il loro tempo libero alla formazione.
Per USMIA-Sez. Carabinieri, via Del Castro Pretorio 30 – Roma, email
usmiaer@gmail.com , ​ Alfonso Montalbano, tel. 328 892 4976

Per SIULP MODENA, Via Giovanni Palatucci, 15, Modena, 059 372337, mail modena@siulp.it Roberto Butelli , tel. 3495200816

Link per rivedere l’evento su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=arZFXrkh_vI

Torna in alto