Apprezzamento nei confronti del Sottocapo Giovanni Trovato, militare della Capitaneria di Porto di Pozzallo

USMIA – Il Segretario Generale Roberto Mangione, a nome di Usmia Marina e Guardia Costiera, esprime il
suo più vivo apprezzamento nei confronti del Sottocapo Giovanni Trovato, militare della Calitaneria di Porto di Pozzallo.

Il collega, grazie al proprio
acume e a un non comune spirito di osservazione, ha evitato il compimento di un gesto estremo da parte di un uomo che, a causa del suo profondo stato di disagio psicologico, aveva deciso di lanciarsi dal Ponte Gurrieri di Modica, una delle strutture più alte d’Europa.

Ma andiamo ai fatti, il Sottocapo Trovato,
in transito dalla zona, notava che un’autovettura, stranamente, fermava la propria marcia proprio al centro del ponte. Avvicinatosi al
mezzo in sosta notava che al suo interno era stata caricata una scala retrattile. Subito dopo, il conducente scendeva dall’auto e si spostava in prossimità della recinzione posta a protezione del ponte, sicuramente in cerca di una soluzione per poterla valicare.

Compresa, quindi, la potenziale gravità della situazione e l’imminente pericolo, Giovanni Trovato allertava i carabinieri di Modica che, tempestivamente, inviavano in zona due pattuglie. I militari dell’Arma riuscivano, così, a sventare il tentato suicidio, confermato tra l’altro da un biglietto trovato all’interno dell’autovettura, con il quale l’uomo dava il proprio addio ai familiari.
Il Sottocapo Trovato rappresenta uno dei tanti eroi in divisa che diuturnamente servono e proteggono tutta la nostra collettività e che a grandi gesta, quando acclamati da tutti, rispondono “ho semplicemente fatto il mio dovere di militare”

Torna in alto